07 | Adelphi, Rinascimento psichedelico, Thoreau e Larry Ellison

Questa volta abbiamo anche deciso di cambiare prospettiva. Come si fa? Ce lo ricordano Mark Fisher, i best seller del Rinascimento psichedelico e la consapevolezza che esiste un'altra realtà. Tutto questo vale anche per la rete, ovviamente. Note della puntata: https://tilde.show/podcast-07/ E poi: perché parliamo tanto di libri? In realtà, questo è un momento di transizione; c'è un sacco di cose di cui parlare, a cominciare da quella volta che Riccardo s'è iscritto a un corso di lettura e scrittura, e poi c'è da parlare degli sconti di Adelphi, quindi del video di Riccardo che incanta novantamila persone facendo vedere per mezz'ora il terminale e astruse istruzioni tecniche.Siamo davvero convinti che che Internet sia questo: social e like, like e social? Sbagliato. Cioè, potrebbe essere un'altra cosa. Infatti, secondo noi questa rete di oggi la stiamo vivendo in modo sbagliato. Ma non bisogna solo criticare. Ecco l'idea: i social dovremmo essere noi, non loro. Cioè, ognuno dovrebbe avere il suo sito con le sue cose, e non una foto di qua, un testo di là, e magari il curriculum da un'altra parte. Dovremmo fare da noi, insomma; anche se non è proprio alla portata di tutti, ce ne rendiamo conto.Ah, quasi dimenticavamo: perdonate, ma questa volta c'è anche un momento lirico in cui si parla di Henry David Thoreau (avete presente Walden o i suoi diari?), ma anche di Oracle con Larry Ellison, e la sua villa da super-miliardario fatta a forma di villaggio giapponese medioevale! E un pochino si parla anche del nuovo sito di Antonio, oltre a mille altre cose che abbiamo detto e altre che avevamo detto ma poi Riccardo le ha tagliate! E ha fatto di molto bene, date retta a un bischero, sennò questo podcast durava un'ora e mezzo. Un po' troppo, no?

Om Podcasten

Un altro podcast da ascoltare, ma con una voce in più. Siamo in due, Antonio Dini e Riccardo Palombo, toscani finiti in città diverse, si potrebbe dire all'opposto (rispettivamente Milano e Roma), ma che più o meno masticano le stesse cose.Abbiamo un sito ~ https://tilde.show Dall'informatica (lo sapevate che la tilde è il simbolo della home su Unix/Linux/macOS?) ai libri, film, videogiochi e tutte le forme di narrazione e relativi contenitori, sino al gusto per cose strane come viaggiare al tempo del coronavirus (in aereo, mi raccomando), incrociare cose improbabili come pensieri estemporanei sulla storia della traduzione (Umberto Eco è ancora là che si rivolta nella tomba) con l'ultimo processore fatto da Apple per i suoi Mac, che poi è anche il primo.Passando per Ortolani e Rat-Man, ovviamente. La nostra tilde è nata perché volevamo divertirci facendo qualcosa insieme, ma anche perché non trovavamo un podcast da ascoltare che ci piacesse davvero. E allora abbiamo deciso di farlo noi. "Speriamo con due voci di farne una buona" disse lui. "Ottimista", rispose l'altro.